Italy hotels
FORNITORI
LAVORO
COMPRO-VENDO
SERVIZI
CONSULENZA
FORMAZIONE
ITALY HOTELS
NEWS
WHO'S WHO
LINKS
CERCA
CONTATTACI
 
HOME-PAGE

Le catene alberghiere e di hotel: sviluppo in Italia

Le catene alberghiere e di hotel: sviluppo in Italia
tratto dal Rapposto sul turismo italiano 2008-2009; a cura di Emilio Becheri - Mercury Strategia per il Turismo

Negli ultimi due anni il comparto dell'industria alberghiera nazionale ha mostrato un deciso dinamismo, grazie alle strategie dei principali grupi alberghieri sia interazionali che italiani.

Nel 2007 la catena più dinamica è stata NH Hotels che grazie all'acquisizione di Jolly Hotels e Framon è salita al secondo posto con 55 hotels e 7.978 camere.
Nel 2007 fra altre catene mondiali presenti in Italia vi è stato un incremento, del 21% per Starwood, mentre InterContinental scende da 53 a 50 hotels; Accor passa da 42 a 46 hotels e si colloca al quinto posto.
Fra le catene internazionali in generale si osserva un incremento: Hilton da 15 a 16, Marriot da 7 a 8, AC Hotels da 10 a 11 e Choice da 11 a 15 hotels.
Sono invece rimasti fermi Sol Melià, Dorchester, Groupe du Louvre, Falkensteiner Hotels & Resorts; si constata infine l'uscita dal mercato italiano di Moevenpick.

Per quanto riguarda la classifica delle principali catene italiane si osserva un complessivo riposizionamento.
Itwg è in prima posizione con 23 struttura, seguita da Ata Hotels e da Alpitour che scende al terzo posto a causa di numerose cessioni.
Salgono di posizione Valtour, Eurotravel e Starhotels, mentre scende Notturno; sono da segnalare anche i significativi incrementi di Iti Hotels, Bluserena e Blu Hotels.

Per quanto riguarda l'attività dei consorzi si conferma la leadership di Utell, segue Hotusa e Yourtraverl.com. Supernational Space Hotels ha invece ridotto il numero degli alberghi. Vanno segnalati Small Luxury Hotels of The World ed Epoque Hotels che nel 2007 hanno aumentato considerevolmente il numero degli hotel.

Per il 2008 è plausibile un bilancio definitivo che indichi una prosecuzione della vivacità del comparto alberghiero, grazie alla nascita di nuovi gruppi e consorzi, nonchè l'ingresso in Italia di nuove compagnie alberghiere.
Per quanto riguarda quest'ultimo aspetto si può citare lo sbarco in italia della catena spagnola Regina Hoteles, che ha aperto un hotel a Roma.

Nel corso del 2008 Moschino ha affidato la realizzazione del primo hotel del marchio ad Hotelphilosophy, che aprirà a Milano, sempre nel 2008 è previsot un aumento di capitale per l'immobiliare Gimail, che espanderà i propri interessi nel settore alberghiero, gli investimenti riguardano sviluppo di hotel di lusso. Verranno rilanciati Hotel Ca' Sagredo (Venezia) e l'Hotel Gritti (Milano). La società sta inoltre pensando allo sviluppo di una catena di fascia alta (le possibili location sono Firenze, Roma ed Agrigento).

Fiesta Hotels è arrivata in europa con l'intenzione di investire 420 milioni di euro entro il 2012. La compagni messicana intreodurrà i marchi Ayre per gli hotel urbani, e Palladium per le strutture leisure. Negli obiettivi ci sono 26 città europee tra le quali Roma.

 










  FORNITORI | LAVORO | COMPRO-VENDO | SERVIZI | CONSULENZA | FORMAZIONE | NEWS | LINKS | REGISTRATI | CERCA | CONTATTACI |